Brand Storytelling. 3 modalità di esecuzione

Raccontare il propria ” brand storytelling” è una delle attività in cui i maggiori brand si perdono e alla quale dedicano pochissima importanza.

Fatto per bene lo storytelling del proprio brand può essere qualcosa che va oltre il solo motivo di differenziazione, può essere un opportunità per poter attirare e coinvolgere il pubblico, da non farsi sfuggire.

Cosa si intende per brand storytelling?

Il brand storytelling utilizza la narrazione per connettere i tuoi clienti al tuo brand e pone particolare attenzione al collegare ciò che rappresenti con i valori che tu brand condividi con i tuoi utenti/clienti.

In breve:

  • Per narrazione s’intende l’esposizione di tutti gli elementi narrativi:personaggi, ambientazione, azione, conflitto, clima.
  • Per rappresentazione s’intende la traction(trazione) della tua attività e ti differenzia dalla concorrenza.
  • Per valori s’intendono l’insieme dei tratti caratteriali che definiscono l’azienda stessa.Sono rappresentati dai comportamenti che i tuoi dipendenti svolgono nel tempo.

Tutti i brand hanno una propria storia una propria origine da raccontare, ma non tutti sanno come condividerla, come esporla.

Per dare il via al nostro storytelling aziendale potremmo iniziare ponendoci e rispondendo ad alcune domande che ci aiutano ad esporre la nostra storia, quali per esempio:

  • Qual’è il motivo, qual’è il perchè della tua nascita o della creazione del tuo prodotto o servizio?
  • Qual’è la tua Storia?
  • Chi sono i personaggi principali della tua storia aziendale?
  • Qual’è la tua Mission?
  • Quali sono le tue lacune?
  • Quali e quanti sono stati i tuoi fallimenti?

Perché una storytelling aziendale funzioni, deve andare oltre i prodotti e i servizi del brand. 

“Devi creare qualcosa di cui la tua “Audience” vuole essere parte e dimostrare che davvero ottieni un determinato risultato e che puoi offrire loro ciò di cui hanno veramente “bisogno”.

 Quando racconti te stesso, il tuo perchè, la tua storia, condividi i tuoi valori e coinvolgi i clienti che posseggono ed apprezzano quel “valore” che tu gli proponi.

Il tuo Storytelling basato sui dati

Analizziamo ed esponiamo in dettaglio una strategia sui dati che il nostro team potrebbe utilizzare per fare brand storytelling della propria azienda.

Potremmo iniziare la nostra ricerca sui brand,creando articoli “esplorativi” per il brand nei quali il team concepisce una campagna di brand storytelling come un incrocio in cui si incontrano approfondimenti culturali ed editoriali.

A tale scopo, il team testa la UX per vedere come i lettori interagiscono con il contenuto.

Annie Granatstein Head of WP BrandStudio condivide il modus operandi adottato per una campagna di storytelling che ha fatto su Optum, un gestore di servizi sanitari, di farmaci e servizi finanziari sanitari dei suoi clienti.

 Loro, hanno iniziato e sviluppato l’intersezione tra tre diversi punti in cui i dati/obbiettivi s’incrociano:

  • Approfondimento culturale – Hanno evidenziato cone negli Stati Uniti, ogni 13 minuti qualcuno muoia per overdose d’oppiacei.
  • Informazioni editoriali – Il Washington Post ha registrato la visita di oltre 600.000 pagine che parlavano dell’argomento “oppiacei” in un solo anno.
  • Informazioni sul Brand : Optum utilizza un approccio basato sull’evidenza per combattere l’epidemia di oppioidi.

Usando queste intuizioni, WP BrandStudio ha creato un pezzo, Working To End The Epidemic ,incentrato su una città del Massachusetts con il più alto tasso di overdose da oppiacei nel paese. Comprendeva interviste con persone alle prese con la dipendenza e con i loro caregiver.

Il pezzo alternava informazioni educative (ad esempio, come funzionano gli oppioidi sul cervello e sul corpo) e storie emotive – il bilancio umano dell’epidemia. 

Il progetto ha generato traffico organico talmente elevato e tantissimo coinvolgimento che è stato insignito da premi del settore marketing e persino un tweet da Katie Couric un importante giornalista e autrice americana.

Concentrati sul pubblico

Guardare alle esigenze del tuo pubblico, creare interesse verso quello che proponi e lasciare che il brand venga trascinato da esse, questo deve esere la “mission” dello storytelling aziendale.

Ciò non può accadere se stai indirizzando la creazione dei tuoi contenuti concentrandoti esclusivamente sulla quantità dei prodotti/servizi da proporre in vendita.

“I tuoi contenuti dovrebbero prima servire al tuo pubblico “valore”. Il tuo brand non è la priorità. 

Se si è all’inizio della creazione di un podcast, di un blog o di un account Instagram e i tuoi primi post stanno restituendo valore, nel tempo porterà guadagno in tutti i termini.

Un approccio incentrato sul pubblico richiede pazienza poiché spesso è un approccio che richiede tempo, ma che alla fine ripagherà.

Se ci si concentra nel dare prima valore, l’acquisizione di autorevolezza del proprio brand sarà una conseguenza.

Fornitore di Notizie come storytelling

Cosa succederebbe se potenziali clienti alla ricerca di novità del settore venissero a conoscenza del nostro brand e riconoscerlo come fornitore di tali novità?  Non sarebbe fantastico?

Prendiamo come esempio di tale strategia quello dei co-fondatori di Typeset per Traction News, un sito di notizie di settore per i proprietari di pneumatici.

Traction News è una rivista online per persone che operano nel settore della vendita di pneumatici. 

Hanno intervistato i produttori di pneumatici nello showroom che erano letteralmente elettrizzati all’idea di essere ripresi da una macchina fotografica,non immaginando nemmeno che stavano ontribuendob al marketing di qualcun altro.

Dan e Sarah hanno anche lanciato un podcast e registrato episodi con interviste a persone del settore pneumatici durante l’evento. Sia i video che il podcast sono stati un successo.

I partecipanti all’evento hanno apprezzato i contenuti e anche i professionisti del settore che non hanno potuto partecipare.

Traction news è stato portato al livello successivo e dopo essere stato inviato a Google News è stato elencato dallo stesso come sito di notizie nei risultati di ricerca.

Caro Brand, raccontami una storia

Ripensando alla citazione di Simon Sinek ,autore del libro Partire dal Perchè , al Ted Talk:“Le persone non comprano ciò che fai, comprano perché lo fai. 

E quello che fai dimostra semplicemente ciò in cui credi. ” credo di aver incontrato molti brand che non identificano chiaramente o documentano il loro perché. 

Chiedi ad un dipendente di spiegare il perchè dell’azienda per cui lavora e vedrai il vuoto nel suo sguardo. 

Per il brand storytelling, la definizione e la documentazione del perché è il primo passo fondamentale.

Da lì, puoi applicare approfondimenti basati sui dati, concentrarti sulle esigenze del pubblico e diventare un diffusore di novità di settore.

 Come sta andando il tuo brand storytelling?Quali sono le tue maggiori sfide?

Condividi la tua storia e le tue esperienze nei commenti.

Gennaro Landolfi

Gennaro Landolfi

Condividi quest'articolo

Articoli Correlati

Who Am I?

Sono un funnel hacker, Growth & Digital Manager Freelance. Lavoro sui miei progetti e quelli di chi si affida alle mie mani in ambito Digital, per far crescere le proprie realtà. Ho una passione sfrenata per la sperimentazione, mi definisco uno "smanettone" e amo smontare la "SCATOLA". Non mi fermo mai , se non per riflettere ;) e non mi sento e non mi do mai per arrivato, anzi studio, leggo ed applico in continuazione quello che imparo. Il Mio Eroe? Chi se non Wolverine, tormentato , mai in pace con se stesso, mai finito e continuamente alla ricerca di stimoli per andare avanti e proseguire la mia ricerca in quello che credo. Sono un tipo "Pacioso" ma quando c'è bisogno, tiro fuori gli artigli

LA MIA NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere periodicamente info sulle tematiche di cui tratto!

Segui la mia Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.